Tecnologie abilitanti INDUSTRIA 4.0

Codice corso: Industria 4.0

Il corso intende promuovere la diffusione del Piano Nazionale Impresa 4.0 (già Industria 4.0), focalizzando l'attenzione sulle importanti opportunità fiscali e tecniche.

L’ammodernamento del “parco beni strumentali” e la trasformazione tecnologica e digitale sono due obiettivi prioritari individuati dal Piano Nazionale Impresa 4.0 (già Industria 4.0) e oggi Piano di transizione nazionale.

La quarta rivoluzione industriale, resa possibile dalla disponibilità̀ di sensori e di connessioni a basso costo, si associa a un impiego sempre più pervasivo di dati e informazioni, di tecnologie e di analisi dei dati, di nuovi materiali, macchine, componenti e sistemi automatizzati, digitalizzati e connessi (internet of things and machines).

L’innovazione 4.0 non solo consiste nell’introdurre un macchinario all’avanguardia dal punto di vista tecnologico, ma nel sapere combinare diverse tecnologie e in tal modo integrare il sistema di fabbrica e le filiere produttive in modo da renderle un sistema integrato, connesso, in cui macchine, persone e sistemi informativi collaborano fra loro per realizzare prodotti più intelligenti, servizi più intelligenti e ambienti di lavoro più intelligenti e sicuri.

Se da un lato c’è l’urgenza di rivitalizzare il settore manifatturiero per renderlo capace di tenere il passo con la concorrenza, dall’altro lato c’è un forte impegno del Governo, che compatibilmente con gli obiettivi di finanza pubblica, vuole sostenere e sostiene il processo di transizione tecnologica e digitale ridefinendo la disciplina degli incentivi fiscali previsti dal paradigma Industria - Impresa 4.0 attraverso maggiori agevolazioni sull’imposta del reddito d’impresa, arti e professioni.

Ciò stimola gli investimenti nell'innovazione tecnologica e favoriscono la crescita e le competenze per sostenere la competitività̀.

Scopo

Seguendo gli indirizzi della legge di stabilità e delle circolari e Risoluzioni dell'Agenzia delle Entrate e del MISE che hanno fornito dei criteri per la concreta individuazione dei beni da considerarsi ricompresi nelle categorie agevolabili con caratteristiche della “strumentalità̀”, “novità̀” e “ interconnessione”, il corso vuole promuovere la diffusione del Piano Nazionale Impresa 4.0 (già̀ Industria 4.0) focalizzando l’attenzione sulle importanti opportunità̀ e tecniche rientranti nella prima direttrice in chiave Industria 4.0.

 

Le domande a cui è necessario rispondere sono:

  • quale legislazione di riferimento?;
  • chi sono i soggetti e in quali condizioni è possibile beneficiare delle maggiori agevolazioni?;
  • quali beni materiali e immateriali strumentali vi rientrano, in quali categorie o gruppi e quali beni sono esclusi?;
  • quali requisiti tecnici obbligatori ed ulteriori devono possedere i beni per poter fruire delle maggiori agevolazioni fiscali?;
  • quale approccio metodologico seguire per verificare la consistenza dei beni, siano essi macchine, sistemi e reti bus di comunicazione(Requisiti di interconnessione);
  • con quale modello relazionale sono progettate le architetture di rete (Master-Slave, Client-Server, etc.)?
  • quale documentazione acquisire dai costruttori dei beni e cosa verificare, anche con ispezioni in sito, considerando la pertinente normativa e i requisiti in esse prescritti?;
  • per ingegneri e periti industriali iscritti nei rispettivi albi professionali ovvero per gli enti di certificazione accreditati, come condurre l’analisi tecnica, che precede la perizia o l’attestato di conformità, grazie alla quale accertare se i beni acquistati hanno le caratteristiche tecniche (Requisiti) tali da includerli nell’elenco di cui all’allegato A «Beni funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello «Impresa/Industria 4.0» e all’allegato B «Beni immateriali (software, sistemi e system integrator, piattaforme e applicazioni) e siano interconnessi al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura(supplì chain)”?
  • come redigere la perizia con riferimento ai modelli Fac simile di cui alle circolari ministeriali e dell’Agenzia delle entrate e a quanto in precedenza rilevato è verificato?

Destinatari

Rivolto a tutti gli esercenti attività di impresa, arti o professioni, ai consulenti, ingegneri, Periti ed Enti di accreditamento che con il Piano Nazionale Impresa 4.0 (già Industria 4.0) credono nell’innovazione tecnologica per essere competitivi e accrescere il proprio business.

 

Programma

Ore 09.00   Registrazione e presentazione del corso

Ore 09.30   Inizio lavori

  • Tecnologie abilitanti
  • Soggetti beneficiari delle maggiori agevolazioni fiscali
  • Investimenti ammessi alle maggiori agevolazioni fiscali e propri requisiti
  • Principale pertinente legislazione e normativa
  • Requisiti di interconnessione e architetture delle reti bus di comunicazione
  • Analisi tecnica
  • Perizia Tecnica o Attestato di conformità
Ore 13.30   Conclusione lavori

Relatori

I  relatori  sono  esperti  del  settore,  abilitati  dal  CEI  e riconosciuti idonei alla docenza per il corso in oggetto.

Modalità di iscrizione

Le iscrizioni dovranno pervenire entro 7 giorni precedenti la data d’inizio del corso. Iscrizioni posteriori a questa data, saranno  accettate subordinatamente alla disponibilità dei posti.

Modalità di partecipazione

Il numero massimo di partecipanti è di 25 persone. Al termine del corso verrà rilasciato l’attestato di partecipazione CEI.

 

Durata

Il corso dura 4 ore.

Materiale Didattico

Ad ogni partecipante al corso verrà consegnata, come dotazione personale, una dispensa con le slide proiettate nel corso. 

Prossime Edizioni
2020
8
ottobre
Diretta Streaming
cfp Periti
2020
23
novembre
Milano (MI), via Saccardo 9
cfp Periti