Valutazione del rischio dovuto al fulmine e scelta delle misure di protezione secondo la serie delle Norme CEI EN 62305

Codice corso: 81-10

Il corso, dedicato alla valutazione del rischio dovuto al fulmine e alla scelta delle misure di protezione secondo la serie delle Norme CEI EN 62305, è rivolto ai progettisti di impianti elettrici e di protezione contro i fulmini, ai tecnici delle imprese installatrici, ai committenti, agli utilizzatori, ai direttori dei lavori e agli enti pubblici (comuni, regioni, ASL, ARPA, VVF, ecc.).

Le problematiche connesse con la protezione contro il fulmine di uomini e cose sono state, da sempre, oggetto di attenzione per l’aleatorietà del fenomeno e la pericolosità che lo caratterizza. Gli studi e le analisi approfondite svolte nell’ambito di organismi di ricerca nazionali ed internazionali hanno consentito la predisposizione di un aggiornamento e di una evoluzione della normativa esistente che consente una migliore e più completa valutazione dell’effettiva pericolosità degli eventi connessi con le fulminazioni al suolo. La seconda edizione della Norma CEI 81‐10 è ancora suddivisa in quattro parti: la prima caratterizza il fulmine come sorgente di danno; la seconda descrive come eseguire la valutazione del rischio, permettendo di individuare le più adeguate misure di protezione quando il rischio risulta maggiore del rischio tollerabile; la terza parte è relativa alle modalità di realizzazione degli impianti di protezione contro la fulminazione diretta di strutture ed infine la quarta parte riguarda le misure di protezione delle apparecchiature elettriche ed elettroniche all’interno della struttura. La complessità di detta normativa ha indotto il CEI ad affiancarla con uno strumento software, denominato “Flash by CEI”, che aiuta il progettista nella valutazione del rischio e nella scelta delle misure di protezione più adeguate e più convenienti in base ad una valutazione tecnico-economica.

Destinatari

Il presente corso è rivolto ai progettisti di impianti elettrici e di protezione contro i fulmini, ai tecnici delle imprese installatrici, ai committenti, agli utilizzatori, ai direttori dei lavori e agli enti pubblici (comuni, regioni, ASL, ARPA, VVF, ecc.).

Programma

Modulo A

Una giornata

Ore 09.00 Registrazione e presentazione del corso

Ore 09.30 Inizio lavori

Il fenomeno della fulminazione :

  • Temporale (Nt);fulmini negativi e positivi, parametri corrente,densità di fulmini a terra, metodi di misura, ecc.

Il fulmine ed i suoi effetti:

  • l’approccio normativo
  • Il fulmine come sorgente di danno, meccanismi di danno, parametri della corrente del fulmine

La protezione di strutture, LPS esterno :

  • impianto di protezione base – Norma CEI 81‐10/3

Ore 13.30 ‐ 14.30 Pausa pranzo

Protezione di strutture, LPS Interno :

  • Impianto di protezione integrativo.
  • Aspetti realizzativi – Norma CEI 81‐10/3

Protezione contro il LEMO: principi generali di protezione

Ore 18.15 Conclusione dei lavori e domande

Modulo B

Prima giornata

Ore 09.30 Inizio lavori

La valutazione del rischio di danno di una struttura :

  • Rischio tollerabile, componenti di rischio, suddivisione in zone, area di raccolta, perdite, valutazione economica—Norma 81‐10/2

La valutazione del rischio di danno di una struttura :

  • Fattori di probabilità—Norma 81‐10/2

Ore 13.30 ‐ 14.30 Pausa pranzo

Protezione delle apparecchiature :

  • Sistema coordinato di SPD, robustezza o tenuta ad impulso delle apparecchiature

Limitatori di sovratensioni (SPD) per linee elettriche di energia e di telecomunicazione e di segnale :

  • Principali caratteristiche

Protezione delle apparecchiature :

  • Scelta e dimensionamento degli SPD—Norma CEI 81‐10/4

Ore 18.15 Conclusione dei lavori e domande

Modulo B

Seconda giornata

Ore 09.30 Inizio lavori

Software Flash by CEI :

  • Breve introduzione Utilizzo del software FLASH by CEI.

Esempio “Ospedale” della Norma CEI EN 623052 :

  • Valutazione del rischio

Esempio “Ospedale”

  • Scelta e dimensionamento delle misure di protezione

Ore 13.30 ‐ 14.30 Pausa pranzo

Esempio “struttura con pericolo di esplosione” :

  • Valutazione del rischio

Esempio “Struttura con pericolo di esplosione” :

  • Scelta e dimensionamento della protezione

Ore 18.15 Conclusione dei lavori e domande

Per gli RSPP, CSP e CSE

  • Test di fine corso
  • Debriefing

 

Relatori

I relatori sono esperti del settore, abilitati dal CEI e riconosciuti idonei alla docenza per il corso in oggetto.

Modalità di iscrizione

Le iscrizioni dovranno pervenire entro 7 giorni precedenti la data d’inizio del corso. Iscrizioni posteriori a questa data, saranno accettate subordinatamente alla disponibilità dei posti.

Modalità di partecipazione

Il numero massimo di partecipanti è di 25 persone. I partecipanti potranno usufruire dello sconto riservato ai Soci per l’acquisto di pubblicazioni e prodotti CEI. Al termine del corso verrà rilasciato l’attestato di partecipazione CEI.

Durata

Il Corso è strutturato in 2 moduli, A e B per un totale di tre giornate.

Modulo A: 1 giornata

Modulo B: 2 giornate

Materiale Didattico

Ad ogni partecipante al corso verrà consegnata, come dotazione personale, la seguente documentazione prodotta dal CEI:

  • la dispensa che si svilupperà sulla  base  dei  contenuti  delle  norme  CEI 81‐10, Parti 1, 2, 3 e 4; 
  • il Volume “Serie di Norme CEI EN  62305 per la protezione contro i  fulmini” (opzionale). 

Prossime Edizioni
2021
9
giugno
Milano (MI), via Saccardo 9
cfp Periti